Sarah

Questa verità nascosta che prima appare e poi si sposta ha lasciato l’aria tesa e al mio scritto troppa attesa. Ora arrivano notizie con articoli a dovizie che ci danno conoscenza di altri casi di violenza. Così Yara e quei ciclisti che c’informano i cronisti sono vittime innocenti di banditi o d’incoscienti. Cara Sarah bimba ardita hai lasciato sogni e … Continua a leggere

Yara

In questi sordidi contesti e immorali manifesti mi rattrista un sentimento che di seguito commento. La violenza sulle donne per libidine che incombe è un’accusa a quei confini che han serrato un dì i casini. Se poi aggiungi anche la morte a quelle vittime di sorte sia verdetto il contrappasso a chi è autore di quel passo. Se quel perfido … Continua a leggere

Il papello

Quest’estate, un tormentone, dalla cena a colazione tv e giornali un vero inferno “papi” è il capo del governo. Or ch’è tempo per l’ombrello spunta fuori anche il “papello” una lettera un po’ audace per promuovere la pace. Questo scritto ritrovato era in mano a un magistrato quando per la mala sorte sparì dopo la sua morte. Si parlava di … Continua a leggere

Follie religiose

La notizia in questi giorni mostra il male più focoso il “tumore della fede” che colpisce il religioso. Una giovane ragazza rea d’avere intelligenza è stata uccisa da suo padre che voleva l’obbedienza. Il comando religioso non prevede riflessione se la scelta dello sposo è di un’altra religione. E così quel padre folle, reso cieco dal “dovere”, ha preferito l’omicidio … Continua a leggere

Violenza sulle donne

Le donne sognatrici, che volevano “cambiare”, han trovato un maschio ostile che le tiene a singhiozzare. Non abbiate mai vergogna di un affronto già subito vada agli uomini di fogna il tormento per quel “rito”. Le minacce ricevute e la violenza più bestiale siano solo un brutto sogno da dover dimenticare. Mai nessuno vi richiami a donare quel perdono che … Continua a leggere

Un mondo d’amore

In un mondo di tragedie dove tutto è rivelato senti anche le più orrende, non l’avresti immaginato. Ascolti di un “malnato” vile, ignobile figura che ha abusato della figlia innocente creatura. L’ha rinchiusa in scantinato annullandole l’esterno, e come schiava condannata a subirlo per l’eterno. Molti i parti poi incestuosi a segnare quegli amplessi tanti nati clamorosi certamente con riflessi. … Continua a leggere