il codice…romeo

Ognuno nella vita vuol sapere
perchè si nasce e dove và a finire.

La Chiesa dice: “Guarda caro mio
che tutto quanto è frutto sol di Dio,
chi crede in Lui la vita eterna ha
basta la fede, questa è la Verità”.

Con questo dire che un ricatto è
le religioni han detto cosa c’è
dopo la morte, solo per chi crede
e non per quelli che non hanno fede.

Ma la scienza con i più grandi al mondo
ha altre idee che vengon dal profondo;
hanno indagato a lungo la natura
scoprendo presto la vera fregatura
e senza indugio studiando tutto questo
negan le religioni e tutto il resto.

Non v’è una garanzia messa per scritto
che quando nasci all’eterno tu hai diritto,
mentre è pur certo e senza discussione
che siamo nati per la Riproduzione.

Fu il BIG BANG di una massa gassosa
a creare l’Universo e aprirlo a rosa.
Quindi fu Darwin che con intuizione
capì la vita, scoprì l’evoluzione:

“Tutte le specie sono nate uguali
e si trasforman correggendo i mali.
Per questo suo disegno la natura
è piena di sadismo, è troppo dura.

Ha un compito preciso ogni animale
garantire al futuro sol chi vale.
Ammalati, vecchi, non più adatti
devon morir per fare posto ad altri
che garantiscan con l’utero ed il seme
l’evoluzione senza altra speme”.

E ancora Nietzsche teorizzò che l’uomo
può diventare grande “Un Superuomo”
basta l’evoluzione del di lui pensiero
per farlo diventar come un dio vero.

Ma il più grande tra questi veri geni
fu Leonardo con tutti i suoi misteri;
e Dan Brown dannato all’eresia
aggiunge dubbi con la sua teoria:
“dipinse Maddalena accanto al suo Gesù
col volto lontano formandone una Vu.
Vu sta per verità che non potea lui dire
quel segno a noi lasciò per far capire.

Gesù e la Maddalena erano amanti
ma davan conforto a tutti erano Santi.
E nella loro pur breve vita amorosa
misero al mondo un bimbo color rosa”.

A completare questa sua teoria
ci penso io seguendo un’altra via:
Leonardo legò a quella sua mensa
un’altra tela forse ancor più intensa
diede ad un volto con un breve tocco
un sorriso capzioso, quasi sciocco.

Ma quello sguardo ironico è un’intesa
verso chi guarda ed ecco la sorpresa:
Monna Lisa dolce, serena, senza vezzi
con quello sguardo sembra t’accarezzi
le braccia inerti, come d’impotenza
perchè voleva dire che la scienza
dovea star ferma, pur avendo voglia
di togliere ad Adamo quella foglia:

“Noi si viene dal Nulla e lì si torna
siam frutto sol d’un atto che trasforma
tutti gli insetti e tutti gli animali
non siam diversi, siamo tutti uguali.
La conclusione di questa amara sorte
la puoi scoprire sol..dopo la morte”.

Il mio pensiero però è più profondo
scava all’interno e guarda fino in fondo:

 
“Se Leonardo sapeva nel far arte
che chi crea qualcosa più non parte,
ma vive nell’eterna maestria
delle sue opre create per la via,
anche per noi la verità è questa:
dopo la morte viviamo con chi resta
nel suo corpo nella sua coscienza
sia figlio, pronipote o arte e scienza”.
aro
il codice…romeoultima modifica: 2007-07-09T16:55:00+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo