La banda della …punta

Ai bagni Fiume esiste un bel moletto
che si presenta bene come aspetto
è sempre pieno specie di signore
che stanno a prender sole a tutte l’ore.

Lo chiamano “La Punta” e sai perché ?
ha una forma che ritta più non c’è.
Poi, in cima gira, gira fino in fondo
creando ad arte un piccolo rotondo.

E’ pien di bimbi, ragazzette e mamme
qualcuna aspetta ed ha il pancione in fiamme,
enorme, teso, come un gran tamburo
lo vuol far nascer lì, ne son sicuro.

Poi, arrivano i fissati delle carte
che smetton solo quando il sole parte,
via via qualche litigio, anche si urla,
ma poi va tutto a posto, é solo burla.

Alla destra del tondo poi, c’é un luogo
che serve a respirar, a dare sfogo,
è fatto per tener la gente tosta
a prender sole tanto ancor non costa.

Con quello che si paga alle cabine
la ditta Neri fa ‘sto regalo fine
un altr’anno però gira certezza
che fan pagare tutto…sole e brezza.

Però il fascino di quell’angolino
è fatto da chi sta, anche pochino.
E’ pieno sempre da mattina a sera
per respirar ci vuol quell’aria vera.

Noi, siamo li, sempre più neri
a voler prender sole più di ieri.

C’è “Licia” la “Colo” che sembra vera
sempre sdraiata al sol da mane a sera.
E’ molto bella ed ha una gran passione
giocare a tennis con colpi da campione.
Per ora s’accontenta di pochino
si trova con le amiche al condominio
e come scoccan le cinque della tarda
divisa bianca, racchetta e via, si anda.

Alessandra, vistosa, sempre allegra
sta solo per dormire e se ne frega
può crollà il molo con tutti i suoi “balocchi”
lei dice “Cosa ceeeee” aprendo gli occhi.
Non s’accorge di nulla, non vede niente
vuol sol dormir e..in domo l’altra gente.
Ma se dal bar giunge una serenata
s’apre il suo mondo e balla da sfrenata.

Marco, il compagno, sta a quel gioco
fa tutto per la donna e non è poco,
tra il ballo, il lavoro ed altro ancora
è sempre stanco e di dormire implora.
Per forza Alessandra lo ha costretto
a farle compagnia non solo a letto
e allora, se libero, ripassa la lezione
tra vitamine, polase e zabaione.

Poi c’è Rossella, simpatica e curiosa
come si parla osé lei ride rumorosa
una risata piena e tanto forte
che la senton dal mar fino alle porte.

Stefano, distinto ed in disparte
è sempre pronto a scomparì all’istante:
“Rossella zitta, fai troppo confusione
se non smetti mi vien l’agitazione”.

Donatella, “garosa” è sempre col marito
che non li stacchi mai, neanche un dito
mentre si parla, senza volere farlo
le viene in mente il figlio, è come un tarlo:
“Dario ? ma chi lo vede mai, è sempre fuori
invece di studiar, lui spezza cuori.
Prima Linda due anni ed ora Lisa
spero non sbagli e nasca poi Marisa”

Roberto, il marito, sorride silenzioso
non parla tanto, ma non fa il prezioso
studia tutto degli altri, sempre attento
parla soltanto quando è il suo momento.

Cinzia altra donna stesa sulla sdraio
sembra una suora, le manca solo il saio,
si tinge al sole ed è sempre più scura
ma dalla rabbia che Fausto la trascura.

Lui resta poco con noi, subito parte
perché ha un hobby: quello delle carte,
mentre è seduto e parla, quasi ansioso
il capo gira in tondo, da curioso
poi vede gli altri amici e a questo punto:
“addio miei cari il mio momento è giunto”

Ogni tanto viene a far la spola
Eleonora con il cuore in gola
carina, vivace, è un giaggiolo
cerca sempre Cristiano, il suo figliolo.

Anche Brunella non si vede molto
perché col forte caldo sbianca in volto
e mentre parla tranquilla o beve un the
sviene nel corridoio senza un perchè.

Per finir c’è Romeo simpatico incosciente
che dissacra tutto, perchè non crede in niente
non si cheta mai, manco respira
parla di tutto..se la memoria gira.

Questa è la banda della punta
ch’è sempre lì finché la luna spunta,
o fino a quando l’annuncio dice forte
“il bagno chiude, recatevi alle porte”.
aro

La banda della …puntaultima modifica: 2007-07-09T16:00:00+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo