“Il Fatto” oggi

Caro Biagi sei andato,
in silenzio e tanto stile,
e con classe hai castigato
il sopruso di quel vile.

Chi avrebbe mai pensato
che, quel “bulgaro editto”
si sarebbe rivoltato    
contro un padre derelitto ?   

Furon subdoli alla RAI,
dei ruffiani ad ogni costo:
“Biagi è vecchio, basta ormai
e ti rimossero dal posto.

Ed il capo, il “duce” Silvio,
non vedendo troppo avanti
disse SI per il tuo addio,
con Santoro ed i Guzzanti.

Hai sofferto, molti anni
in silenzio e tanta classe
ma facendo tanti danni
all’autore ed al suo asse. 

Così fu che l’elettore,
ad un Silvio pieno d’odio,
non gli ha dato più favore
e lo ha messo giu dal podio.

Nella vita lunga e intensa
tu scrivevi con il cuore        
e parlavi con coscienza
sostenendo il tuo colore.

Il giornalista o l’inviato
deve dire quel che pensa,
anche se in TV di stato.
Condiziona la sapienza ?

Così pensano gli ottusi
che riempiono “il palazzo”
loro si, son ciechi e fusi,
non capiscono mai un ‘azzo.

Sia un saluto, da noi saggi,
a chi è stato un antidivo,
e diciamo: “onore a Biagi
il tuo “FATTO” è ancora vivo.
aro

“Il Fatto” oggiultima modifica: 2007-11-09T12:25:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo