“Pilu pi tutti” (o quasi)

Il tuo governo, molto raro,
non ha soldi questo è chiaro
e sarebbe molto onesto
tu dicessi allora questo:

“Le ricchezze guadagnate
con frequenze non segnate
io le cedo a questo stato
che potrà riprender fiato”.

Tu però non vuoi quel fine:
“è un’Italia da rovine”.
Costa troppo questa scelta
e ne fuggi anche alla svelta.

Per “rialzarla” e far che vada
vuoi percorrere altra strada;
con in mente tante spese
stai pensando ad Albanese.

Lui conosce alternative
per le somme così vive
e al tesoro mette dunque
un esperto: “La Qualunque”.

Il suo “pilu” offerto a tutti
potrà dare molti frutti
ed i soldi così avuti
ci daranno vasti aiuti.

Lui lo vende al “minchioner(i)”
e i clienti son stranieri
così a loro “tantu pilu”
mentre a noi “sciauru e suspiru”
aro

“Pilu pi tutti” (o quasi)ultima modifica: 2008-04-19T10:35:00+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su ““Pilu pi tutti” (o quasi)

I commenti sono chiusi.