Il frutto proibito

Esiliati adamo ed eva
per la mela ch’era un “rito”
dio pensava ora ai gay
ed al frutto proibito.

Disegnò pesche e ciliegie
poi banane, limoncino,
e, di getto, in una sera
abbozzò il peperoncino.

Questo “frutto” colorito
ha la forza dentro i semi
e chi lo mastica scondito
poi, risolve i suoi problemi.

lui però che avea sofferto
il primo esilio con disprezzo
or voleva esser certo,
d’evitare l’alto prezzo.

“questo frutto coltivato
non ha il solito divieto:
-sarà solo per mangiare
e non farci altro dietro-”.

“Se invece peccheranno,
il castigo non è un gioco,
avran subito gran danno
… il sedere che và a fuoco”

aro 

Il frutto proibitoultima modifica: 2008-06-12T08:16:57+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo