Il serpente – il peccato

“Eva mordi quella mela così bella e appetitosa e convinci il tuo vicino a cambiare quella posa” . Nel sentir il vocìo trito adamo disse: “ferma pazza il beato lo ha proibito, se ci vede poi s’incazza”. “se ci espelle dal “giardino” perderemo anche l’eterno, consegnandoci a un destino ch’è ancor peggio dell’inferno” Lei esitava, per coscienza, ma il serpente … Continua a leggere

L’attimo fuggente

In quel verde paradiso eva e adamo han consumato. Affiatati e col sorriso hanno “morso” sul vietato. Alla fine di quel gioco ch’era tanto divertente eva disse “ancora un poco e addio attimo fuggente”. Poi, vedendo adamo affranto allarmato e sguardo fesso gli chiarì il concetto franco: “non temere è solo sesso”. “il signore lo ha taciuto con “la mela” … Continua a leggere

L’ultima “mela”

Mi sorprende, mi cattura e se ancora mi è concesso ho l’idea non proprio pura di far rima con il sesso. Se la donna ancor ti brama e ti cerca con la bocca io che vivo per chi ama chiedo: “quanto ancor mi tocca ?” Ma poi spengo quel sorriso e il giudizio si fa serio: “ma se vado in … Continua a leggere