Il pentimento (dell’uomo)

Se il marito infine ammette
scappatelle e altre cosette
non gli fare il cane contro
ma incoraggia quell’incontro.

Lascia poi che la sua mente
segua sempre la corrente
e si chieda ogni momento
“chi ha svelato il tradimento ?”.

Questa fase è una tortura
e grande angoscia gli procura,
fallo vivere in affanno
meditando sull’inganno.

Fino a quando lui con tono
chiederà il tuo perdono
ed è allora che il tuo verbo
dovrà esplodere superbo:

“ti ricordo che le voglie
sono anche della moglie,
e se tu ne hai fatta una
io, nel dubbio, cento e una”.

Qui è la grande differenza
non c’è mai stessa valenza.
La donna dopo “scappatella”
torna a casa allegra e bella.

Mentre l’uomo appare afflitto
e per celare quel “conflitto”
con la mano sulla schiena:
“CHE GIORNATA … è stata piena”.
aro

Il pentimento (dell’uomo)ultima modifica: 2008-08-09T07:11:53+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento