Valzer dei tempi

Una volta per scopare
si doveva faticare
e convincere le donne
ad alzar le loro gonne.

“Si, ti amo e il tuo respiro
mi dà ansia e capogiro
e quel bacio che non oso
lo darò quando ti sposo”.

Or la donna è più audace,
da piccina non ha pace:
“il mio imene è ancora intatto
e quello scemo parla d’altro”

Così adesso non s’aspetta
(è cresciuta troppo in fretta)
se il moroso la trascura
lei risolve, a sua misura.

Troppo facile da fare,
prende il proprio cellulare
e scrive all’altro pretendente,
un messaggio che non mente:

“voglio uscir con te stasera,
e non parlar d’amor si spera
a me brucia la “sperlenga”,
e serve il “coso”… che la spenga.
aro

Valzer dei tempiultima modifica: 2008-08-12T07:34:19+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento