de gustibus

Belzebù andando a spasso
fu colpito da un gran sasso
e si disse: “oh ch’è successo
mi colpisce anche il progresso?”

Poi prestando più attenzione
vide un piede mascalzone
che correva verso un fosso
e in un là gli fu a ridosso

Qui fu grande la sorpresa
nel notare che l’offesa
non veniva da un bimbetto
ma da donna culo e petto.

E le disse: “cosa hai fatto ?
ma perché quel brutto atto?”
Lei: “voglio sesso in questa zona
e col diavolo in persona”.

Belzebù:
“Si, è vero ho fatto il patto,
di trombare come un matto,
ma sol negli inferi profondi
e mai in terra a vagabondi”.

“Vai più avanti e proverai
a risolver tanti guai
ad un matto che confonde
culi, tette e cose immonde”.

“ha una sola grande ebbrezza,
quando vede la monnezza
la confonde con la topa
e per la strada … ride e scopa”.
aro

de gustibusultima modifica: 2008-08-19T07:46:41+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “de gustibus

Lascia un commento