Il pentimento (della donna)

Se la moglie traditrice poi si pente e fa l’attrice tu non stare ad ascoltarla ma ricorda, era “farfalla” E se implora il tuo perdono: dille pure con deploro: “zitta, muta, non hai appello mi hai trattato da zimbello” “Anche se la “fame” è poca c’è chi ancor mi da la topa mentre, la tua carne molle, può attirare solo … Continua a leggere

Il tradimento (della donna)

Se la moglie ti tradisce, ma ti cura e t’accudisce, pensa solo a mala sorte che l’ha data per consorte. Si, va bene è una sciagura ma ricorri a una congiura ricordando: “la vendetta è quella fredda, senza fretta”. Metti in moto la tua vena e riprenditi la scena, dando pane per focaccia affinché la bile taccia. Se scoprirà le … Continua a leggere

Il tormento e l’estasi

Ascolto spesso sulla Rai  l’otto x mille per la chiesa, poi, ripenso a molti guai, e vien fuori una sorpresa. Una parte andrà a saldare qualche debito pregresso, ma il grosso a rimborsare bimbi offesi con il sesso. Questi soldi accumulati non daranno molti vanti, risarcire i violentati da p(r)edofili mai santi.  Questo sfoggio della chiesa “il matrimonio non va … Continua a leggere