La sfiga di Silvio

Silvio è il solito sfigato
ogni volta, quando eletto,
una sorte gli ha assegnato,
qualche croce per difetto.

Alla prima il fallimento
fu per Scalfaro (che nega),
lui ricorse ad ogni evento
per sedurre Bossi e Lega.

La seconda, il fato USA
con un atto che si aborri.
Un’idea di mente ottusa
volle il crollo delle torri.

Alla terza il “genio” Bush
che c’imbarca in una guerra
per lottare un dittatore
che avea in pugno la sua terra.

Ora è al quarto suo mandato
e tra battute da Novella,
è di nuovo al luogo amato
senza ICI e buona stella.

Perché, infatti lo sapete,
l’USA ha fatto un’altra zotta
e il suo mondo di finanza
lo ha marchiato un’altra volta.

E l’onesto cittadino
che alla borsa si è concesso,
si ritrova carta straccia
buona solo per il cesso.

Corre voce di rimbalzo
che, alla prossima occasione,
Silvio è pronto al grande balzo
come capo di nazione.

Se succede siamo fritti
che, nel caso lui non perda,
a quel punto anche la sfiga
dice basta e piove merda
aro

La sfiga di Silvioultima modifica: 2009-02-01T09:19:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento