Un SI…con sorpresa

Dopo aver parlato delle “attrici”
or vi presento le moralizzatrici.
A queste non si faceva l’occhiolino
ma un elegante invito, con l’inchino.

La donna, semplice e modesta
rifiutava la corte manifesta
voleva un appello molto onesto
ma poi diceva: “grazie è troppo presto”.

Lei sempre timida e dubbiosa
cercava di rimandare questa “cosa”
ma lui incalzante, deciso e fiero
voleva conquistare quel maniero

Il giorno del gran passo, una tragedia,
lei vergognosa seduta su una sedia,
lui nervoso, con un bianco aspetto
che provava a spingerla sul letto.

Quando alla fine, stanchi dei due ruoli,
scivolavano nel caldo dei lenzuoli,
lei bolliva come una stufa ardente
e lui sembrava il toro più fremente.

Al momento del sospirato SI
sembrava che tutto il mondo fosse lì,
i corpi nudi in attesa d’altri temi,
ma lui purtroppo…aveva dei problemi.

Il desiderio, fin troppo represso
si ribellava a questo chiaro sesso,
e il pene rifiutava l’erezione
come a punire la tarda decisione.

L’uccello non si alzava, era inibito
l’orgoglio spezzato e ormai ferito,
finché lui, diceva quasi spento:
“è meglio rinviare quest’evento”.

Quando lei indispettita se ne andava
un miracolo accadeva a quella fava
e come per incanto s’induriva,
mandandogli il cervello alla deriva.

Lui arrabbiato, per l’ingannato vezzo,
guardava il “coso” mostrandogli disprezzo
per poi urlargli, quasi disumano:
“avevi la fica e cerchi ancor la mano”
aro

Un SI…con sorpresaultima modifica: 2009-02-19T08:18:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento