Lezione di politica

Per D’Alema esiste un “asso”
che lui segue, passo, passo,
e a Bersani che lo implora
lui risponde: “non è l’ora”.

“La fortuna adesso vuole
che ci siano nuove “sole”
così, dopo Walter primo,
ora Dario è l’altro mimo”.

“Solo il giorno del congresso
sveleremo il nostro nesso,
così loro al primo sbando
ti offriranno quel comando”.

“Dopo che ti avran pregato,
accetteremo quel mandato;
ci vuol gente di mestiere
per sfidare il cavaliere”.

“Cambieremo il – Noi Possiamo –
che urlava Walter il gramo,
in We Win – Noi Vinciamo –
ecco il motto che adottiamo”.

“Poi, dovremo fare i conti.
con re Silvio e le sue fonti
che inventandosi certezze
vende fumo, ma da ebbrezze”.

“Anche noi agli elettori
offriremo dei favori
superando il dio dei nani:
– Basta tasse agli italiani -”

“Quando i duri vanno in scena
chi è più forte se la mena,
ma in politica si evince:
– è il più … subdolo che vince -”.
aro

Lezione di politicaultima modifica: 2009-03-03T09:28:40+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento