Una sorpresa (prima del viagra)

Gli sposi dopo il SI ed il permesso
eran subito pronti a fare sesso
ed alla vista del letto tanto ambito
toglievano i vestiti per quel rito.

L’uomo impacciato ma impaziente,
esprimeva un vigore più evidente
mentre la donna, istante dopo istante,
diventava timida e tremante.

Tra i due c’era un silenzio assoluto
ma lui eccitato, attendeva risoluto
finchè la moglie, col fare da ritrosa:
“amore vieni, prendi la mia … rosa”.

Quasi sempre era un valido trionfo
ma, qualche volta anche un grave tonfo,
perché l’uomo a quella vista “sacra”
dal rilievo passava … alla lumaca.

Preso dall’ansia e dal tormento
si fermava di colpo, quasi spento,
fino a che lei, con fare un po’ curioso
allungava la mano verso “il coso”.

Gelata poi dal tatto e per l’affanno,
piangeva pensando ad un inganno
e schiarendo la voce troppo secca:
“ma proprio oggi dovevi far cilecca ?”

“Or che potevo togliermi la “fame”
con un frutto adatto alle mie brame
mi trovo, prima notte, in un lettino
a digiunare con … un pisellino”.
aro

Una sorpresa (prima del viagra)ultima modifica: 2009-03-07T02:34:36+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento