Oggi difendo Silvio

Lui il mondo dei giornali
lo ha lottato lancia in resta,
quando è uscito lo “speciale”
di Noemi e la sua festa.

Non contento degli effetti
provocati da Letizia,
ha cercato nuovi affetti
che gli dessero “delizia”.

Ha calcato con la vena
del gran fiuto di regista
notti folli e tette in piena
di veline e un’arrivista.

Questa escort preparata
ha aspettato il suo momento
mentre l’altro da “infoiato”
lo voleva metter dentro.

E con fare sbarazzino
mentre apriva la “platessa”
ha pigiato un bottoncino
registrando ogni promessa.

Poi, a Repubblica, il giornale,
sempre avverso a Berlusconi,
ha “donato” il baccanale
per mostrar le “perversioni”.

E così “povero” Silvio
ha sofferto sulle spine
quegli attacchi spaventosi
che volevan la sua fine.

Poi, con fare da impunito,
ha arringato la sua folla
affinché fosse capito
che il governo lui non molla.

Per gli scandali alla porta
ha spiegato le ragioni:
“questa vita è troppo corta
non mi perdo le occasioni”.

E alle accuse per il “vizio”,
dei partiti oppositori:
“questo è sempre pregiudizio
di … marxisti traditori”.

Il giornale L’Avvenire,
che bollava le proteste,
i corrieri di re Silvio
l’han “curato” per le feste.

Alla fine il direttore,
stanco e offeso, se n’è andato,
accusava a tutte l’ore
ma celava un suo peccato.

In quanto poi alla chiesa
che lo attacca d’immorale
cosa dire di quei preti
che ai bambini fan del male ?

Loro si che son campioni
d’ogni sorta di bassezze
ché rivolgono “favori”
a chi sogna le certezze.

Quindi sia un pietoso velo
a coprire ogni figura
e se libidine poi coglie
… naturale sia la cura.
aro

Oggi difendo Silvioultima modifica: 2009-09-30T08:39:00+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento