Il calzino della svolta

La notizia del mattino,
del giornale di Brachino,
ci ha mostrato un magistrato
ch’era a spasso, spensierato.

Ed in questo modo strano,
presentavano Mesiano,
reo d’aver punito forte
Berlusconi e la sua corte.

Costui, senza aver premura,
attendeva con gran cura
che il barbiere fosse lesto,
per sbarbarsi e tutto il resto.

Dopo un po’ di terapie,
è riuscito tra le vie,
camminando senza meta
nella pace più completa.

Ma il giornale di “gran pregio”
ha continuato dando il peggio
riprendendo i suoi calzini
di color turchese e fini.

Or che fosse da citrulli
il servizio di quei bulli
lo ha capito anche un fesso:
“un articolo da … cesso”.

Ma la cosa che impressiona
è la sinistra mattacchiona
che solidale al magistrato
il colore ne ha copiato.

Così ora Franceschini
si presenta con calzini
di color vivo turchese
e li mostra al suo paese.

Che i politici nostrani
ormai fossero dei “nani”
si sapeva già da anni,
tra gli scandali e gl’inganni.

Ma l’attenta opposizione
con l’impegno che s’impone
per l’Italia e il suo destino,
muove i passi col … calzino.

E solerte poi propone:
“metti dentro lo scarpone
calze di color turchese
per rispondere alle offese”.

Se a risolvere i problemi,
si ricorre a questi temi,
io da oggi: “ via i calzini
e … vaffanculo Franceschini”.
aro

Il calzino della svoltaultima modifica: 2009-10-21T09:25:00+02:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento