Ricco e furbo

Forza Silvio, siam vicini
dopo il placet di Fini,
puoi rifar la nuova legge
che tutela chi ora regge.

Quindi sotto, non mollare
lascia tutti brontolare
mentre tu continua il “ballo”
pur sapendo d’esse’ in fallo.

Hai impostato una nazione
a tua immagine e nozione
e volendo che ogni torto
lo potesse fare “il corto”.

Sei diverso da noi tutti
gente onesta alla Cipputi
a cui invocano la “forca”
se la vita un po’ si sporca.

Tu invece fai il “sovrano”
col potere in ogni mano
ed ai giudici impazienti:
“comunisti e malviventi”.

Ma non basta maledire
or bisogna anche reagire
e senza perder tempo vano
riproporre il lodo Alfano.

Alla prima l’han “trombato”
senza avere mai pensato
poverini, stolti e folli,
che sei tosto e che non molli

E’ bastato paventare
il progetto di votare,
il processo a “tempo lesto”
che scagiona tutti e presto.

Si son tutti ribellati
e con fare da incazzati
han gettato scritto al muro
o “porcata” a muso duro.

P’evitare il mal peggiore
ecco allor lo stesso attore
(quello amato in vaticano)
che rivuole il lodo Alfano.

E’ il primo che ha capito
quanto è ovvio questo rito:
“p’evitare ogni ludibrio
non lottare contro Silvio”.

Non sarà lo stesso testo
ma uno nuovo, ancora fresco
che protegga con un “turbo”
questo Silvio, ricco e furbo.
aro

Ricco e furboultima modifica: 2009-11-15T09:56:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento