“Il processo breve”

Il buon Silvio è alle prese
coi problemi del paese
ma si dev’anch’occupare
dei processi d’affrontare.

Il suo intimo è distrutto
“superman” da faccio tutto
pria la moglie e poi Noemi
gli han creato dei problemi.

Poi una escort furbona
ha trafitto la sua icona
con un colpo al “basso ventre”
ma lui ancora non si pente.

Or ci sono i nuovi eroi,
tanti giudici avvoltoi
che son pronti a giudicare
del passato ogni suo affare.

Lui con fare malandrino
e condotta da padrino
sta ideando una sua legge
a difesa dalle “schegge”.

Oh “divino” prepotente
più votato dalla gente,
non ragioni in modo sano,
già da prima il lodo Alfano.

Incominci a dare punti
anche al “divo” coi suoi appunti
che in attesa di giudizio
sussurrava di un suo “sfizio”.

Un archivio decantato
con segreti dello Stato,
da mostrare solo in caso
che un “castigo” fosse evaso.

Tutta quanta la malia
si eclissava per magia
in virtù di prescrizione
o per altra dubbia azione.

Come: “ il caso non sussiste”
“ci son state delle sviste”
“ è finito per scadenza
troppo lunga la giacenza”.

Neanche il “divo” si è sognato
di sconvolgere lo stato
per salvarsi dall’accusa
di una mafia a lui collusa.

Lui ha soltanto paventato
di far leggere il “privato”
e senza fare l’arrogante
si è concesso al giudicante.

Tu “divino”, pieno d’onte,
non avendo altra fonte
dai l’assalto ai magistrati
con decreti da “pirati”.

Ora quello che prepari
è “cagata” senza pari
e speriamo che l’evento
non si sparga poi … nel vento.
aro

“Il processo breve”ultima modifica: 2009-11-19T09:51:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento