E adesso … “pover’uomo”

Se la destra ha speculato
sul suo premier sfigurato
la sinistra ad aria tesa
tiene il muso e fa l’offesa:

“Silvio pure ha le sue colpe
perché annuncia sempre un golpe
contro giudici e consulta
stia un po’ zitto o paghi multa”.

“Con le sue battute offese
siamo noi le parti lese,
il suo modo d’operare
serve solo a farlo odiare”.

Ma da destra s’alza un coro:
“questa è colpa di Santoro
che in tv ad Anno Zero
sparge odio senza freno”.

C’è Travaglio “il giornalista”
prepotente ed apri pista
che lo attacca ad ogni tiro
come reo d’ogni raggiro.

E poi Vauro e le sue vignette
antipatiche e scorrette
hanno sempre il gusto insano
di chiamare Silvio “il nano”.

Lì in poltrona c’è Di Pietro
che non manda a dirle dietro,
in attacco, mai in difesa,
mette il carico e l’offesa:

“Per abbattere Bettino
qualche spicciolo un mattino
verso terra fu tirato,
lui capì e cambiò Stato”.

“Silvio invece ancor fa festa
pur col duomo preso in testa,
col suo fare da padrone
cambierà costituzione
e leggerai nel punto amico
quel che annuncio e ora dico:

“ogni premier che per bando
viene eletto e va al comando
non può essere imputato,
lui è immune da ogni fato ”.

“Mentre è giusto condannare
chi d’imbrogli e malaffare
accusa dentro il parlamento
sia sinistra oppure centro”.
aro

E adesso … “pover’uomo”ultima modifica: 2009-12-25T10:59:38+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento