L’altalena

Spingi avanti, torna dietro
spingi ancora poi respingi
questo gioco senza ansia
ti riporta ai dì d’infanzia.

Per Casini, troppo fermo
e senza voce nel governo,
l’altalena oggi è un credo
e vuole andare avanti e indietro.

Lui è convinto, oh poesia
che la politica è magia
basta avere l’idea extra
e proporsi a manca o a destra.

Ma, per essere prudente
appoggerà solo il vincente
siamo al voto regionale
e saprà chi deve aiutare.

Lui al nord sta con la destra
perché è forte e manifesta
mentre al sud ch’è di sinistra
sta col loro capolista.

Il problema l’ha nel Lazio
dove un dì c’era Marrazzo
lì c’è il caso che si strini
con l’aiuto a Polverini.

Or con gli uni or con gli altri
e per “omaggio” posti alti:
“il comando non lo scordo
è un piacevole ricordo”.

“Oramai la scelta è questa
sto a sinistra e pure a destra
ho scoperto questa vena
date il voto … all’altalena”.
aro

L’altalenaultima modifica: 2010-01-20T10:16:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento