Letterina a Babbo Natale

Caro babbo io ti rispetto
ma tu cambiaci d’aspetto
e ricorda al mondo intero
che l’Italia è un sito serio.

Pur se siamo alla deriva
‘chè l’economia non tira
Rifiutiamo il tuo carbone
già assegnato per copione.

L’imprudenza più diffusa
è delle banche, quelle USA,
che hanno dati larghi fidi
a finanzieri troppo infidi.

Questo ignobile trascorso
ha alterato il nostro corso
accendendo anche la spia
per l’intera economia.

Ed il guasto ben palese,
reca danno qui al paese
che ora chiede la ripresa,
con cortei per ogni impresa.

A questi eventi generati
prendon parte scellerati
che ricorrono all’inganno
per distruggere e far danno.

Hanno vite disperate
né prospetti di altre strade
il loro motto più sereno:
“far del male al mondo intero”.

E trascinano studenti
molto vivi e ben presenti
che non voglion garanzia
per la meritocrazia.

Ma una legge è necessaria,
perché gente colta e varia,
abbia un premio conosciuto
rovesciando chi ha l’aiuto.

Poi, delimita le azioni
di rettori poco buoni
che regnando all’ ateneo
si destreggiano col reo.

Quindi babbo, ora a Natale
dacci solo quel che vale
e lascia pure i tuoi carboni
ai politici cialtroni.
aro

Letterina a Babbo Nataleultima modifica: 2010-12-21T09:08:59+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento