Il processo mediatico

L’ACCUSA

“Finalmente ho fatto Bingo
per l’Italia ed il suo bene,
perché Silvio ora lo stringo
non al collo, ma dal…pene”.

“Le serate a luce rossa
e quei soldi per pagare
son per me, Ilda la ROSSA
cose oscene da ascoltare”.

“Io non voglio perseguire
delinquenti d’ogni sorta,
mi diletto ad inseguire
solo Silvio, volta, volta”.

“In questa fase l’ho beccato
con l’uccello fuori sede
lui non deve mai agitarlo
con ragazze senza fede”.

“Perché lui è presidente
del consiglio dello Stato
e non deve, mai per niente
fare il satiro infoiato”.

“Su di lui ho confessioni
per l’accusa più infamante,
quindi stringo, forte in mano,
… la pistola ancor fumante”.

LA DIFESA

– Falsa e sciocca menzognera,
con le “orecchie” delle serve
chi saprebbe che la sera
Silvio ha ancora della “verve” ? –

– Si va bè lo vuoi punire
perché va con studentesse,
ma da quando per gioire
ci si scopa vecchie cesse ? –

– Non son prese con la forza
e portate in pasto all’orco
pur se giovani hanno scorza
di puttane d’alto bordo. –

– E se dopo lui le paga
non lo fa per un condono,
cosa credi vecchia “draga”
le ringrazia per il dono. –

– C’è chi vive il mondo grigio,
che da sempre ti appartiene,
mentre, invece lui è più ligio
verso il sesso ed il piacere. –

– L’importante in questa storia
è che sappia governare
ed a parte un po’ di boria
a me sembra da elogiare.-

– Ma la verità più vera
che tu temi con malizia,
è che forse, molto presto,
cambierà questa giustizia.
(continua)

aro

Il processo mediaticoultima modifica: 2011-01-24T10:52:00+01:00da ninniromeo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento